Mercoledì, 29 Novembre 2017 14:32

Villa, San Casciano, 1994

testo in allestimento_text under construction

Venerdì, 10 Novembre 2017 15:39

Abitazione, Firenze, 2003

testo in allestimento_text under construction

Lunedì, 09 Ottobre 2017 15:25

Villa, Chianti, 2017

testo in allestimento_text under construction

Venerdì, 06 Ottobre 2017 10:13

Villa, Panzano in Chianti, in corso

testo in allestimento_text under construction

Lunedì, 04 Settembre 2017 11:39

Teatro Niccolini, Firenze, 2015

testo in allestimento_text under construction

Venerdì, 01 Settembre 2017 11:26

Beccofino, Firenze, 1999

Un grande locale abbandonato che aveva ospitato un negozio di tappeti ed ultimamente una moschea, l'idea di un locale più internazionale, dove le pareti possono essere vuote, le sedute con panche imbottite o sedie che richiamano la tradizione Toscana. Un bancone centrale a separare l’ingresso dalla sala, il ristorante dal Wine bar. Pareti irregolari così come erano, pavimento in legno e piastrelle di cemento, una combinazione di contemporaneità e tradizione. La grande cucina a vista è diventata la partenza per la divisione degli spazi. I bagni sono immediatamente diventati un must, nella logica che un buon ristorante deve anche avere i bagni "belli". Una terrazza esterna gode della vista dell’Arno verso palazzo Corsini.

Venerdì, 01 Settembre 2017 09:55

Caffé letterario, Firenze, 2011

Il cortile dell’ora d’aria del vecchio carcere delle Murate, recuperato a nuova vita con un piccolo lungo edificio rettangolare addossato al forte ed alto muro in pietra delle celle. Dentro una zona bassa che si affaccia sulla piazza collegata con molte aperture, sia esternamente che internamente. Quattro locali con soffitti a volte ed una lunga via di fuga dal pavimento inclinato. La scommessa è stata quella di creare un locale unitario da questo insieme un po' scombinato di spazi. Oggi un’armonica atmosfera unisce i locali collegati da nuove aperture e da un bancone affacciato su due diversi livelli. L’arredamento è basico, realizzato con materiali poverissimi e attraverso il riuso di elementi spesso provenienti dal vecchio carcere: spioncini, finestre, porte, cassoni in ferro. La lunga via di fuga diventa una saletta eventi, TV, proiezioni, e i bagni figli della prigione. Il colore partecipa a tutta questa trasformazione.

Giovedì, 20 Luglio 2017 08:35

Villa, Chianti, 1997

 

Una precedente ristrutturazione, pesante e impersonale, ci ha spinti verso un lavoro di alleggerimento e recupero della struttura originaria. Alcuni movimenti interni, per ridurre i molti dislivelli, e la ricerca di un’atmosfera di calore all’interno, sono stati gli input per il lavoro di recupero e arredo di questa bella casa colonica.

 

Mercoledì, 19 Luglio 2017 15:56

Villa, Lucca, 2003

Una villa su tre piani era stata "uccisa" da una precedente trasformazione in uffici. Tutto era finto, dal soffitto in legno impiallacciato al cotto fatto a macchina con intarsi di marmo. Abbiamo ricreato uno spazio che si adattava alla clientela nord europea, principalmente con l’uso del colore e della pavimentazione in legno.

Giovedì, 21 Gennaio 2016 12:01

Villa, Fiesole (Fi), 2010

L’immobile era un antico palagio, nei secoli convertito in casa colonica. Un’aia che dava luogo all’ingresso, si è trasformata in stanza a cielo aperto, un salotto estivo panoramico. È stato quindi spostato l’accesso al piano inferiore, dove era la zona agricola. La scala che scendeva in cantina, ora messa in contatto con la zona del frantoio, diviene la nuova via di accesso principale. La scala Interna inizia ora al centro della casa per ridurre i corridoi e sfruttare meglio lo spazio, con uno sviluppo equilibrato ed armonico. Arredi fissi e cucina sulla piscina ed il fienile, hanno completato il lavoro.

Pagina 1 di 2